Non ricordo bene dove fossi o cosa stessi facendo. Mi pare che fossi in Svizzera, e la cartolina sembra confermarlo. Infatti è proprio scrivendola che cominciai a inventarmi questa storia.

Ricordo che la storia mi balenò in testa e che avevo voglia di farlo sapere a qualcuno. E che l'indirizzo di Virginia era il solo che conoscessi a memoria. 

Ricordo anche che non facevo nessuna fatica a inventarmi questa storia. Era come se la conoscessi già e dovessi solamente metterla su carta. Non capita spesso.

E non avevo idea di come sarebbe andata a finire. La scrivevo volta per volta, dopo aver comprato la cartolina. Forse avere un destinatario mi aiutava a trovare le parole.

Per questo devo ringraziare due volte Virginia. Non solo per aver tenuto questa testimonianza della nostra amicizia. Soprattutto, perché senza qualcuno a cui raccontare, anche questa sarebbe rimasta un'altra "storia in mezzo a tante."

 

S'intitola così, quella canzone che parla delle storie che svaniscono così come erano arrivate. La tovate nel libro.

  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • YouTube Social  Icon
  • Instagram Social Icon

© 2018 The content of this website is private and cannot be used or reproduced without permission. However, you are very welcome to use it as long as you let me know. I am quite easy going and I don't care about money.

Rodolfo Maggio